ISO9001
Home

L’Area Comunità e Culture si pone come compito quello dell’intervento verso le comunità, con l’obiettivo di promuoverne la crescita culturale, ma anche di creare visione e prospettiva rispetto alle differenti appartenenze, culturali, sociali ed economiche.

L’area promuove quindi attività che facciano riferimento a una concezione ampia di cultura, che contribuisca allo “sviluppo” non tanto in chiave economicistico-quantitativa, quanto a un’idea di benessere individuale e collettivo, legato alla definizione/ridefinizione di appartenenze e al riconoscimento identitario dei singoli.

La cultura è fonte di memoria e identità da preservare oppure contribuisce alla costruzione di memoria e di identità. E’ anche fonte di nuove idee e di materia che nutre la futura produzione culturale, nonché di strategie di differenziazione.

Le attività dell’Area si muovono in due direzioni, con numerosi elementi di connessione:

a)            Lo sviluppo delle competenze dei singoli individui;

b)            La crescita delle comunità.

In merito allo sviluppo delle competenze dei singoli individui la riflessione sui reali problemi quotidiani, di vita e di relazione, è nella nostra idea di progettualità dell’Area, sempre coniugata ad attività di approfondimento culturale. Le necessità, i disagi, i desideri dei ragazzi, delle donne, degli stranieri, delle minoranze, sono sempre alla base delle attività, delle iniziative ed eventi che andiamo a progettare, ma sono tradotti attraverso strumenti e linguaggi che permettano uno scarto rispetto al bisogno quotidiano, e consentano la sperimentazione di possibili superamenti delle situazioni di empasse.

L’area progetta attività che favoriscano i processi di crescita, basate sull'incremento delle competenze, per far emergere risorse latenti e portare le persone ad appropriarsi consapevolmente del loro potenziale.

L'individuo, attraverso la partecipazione a iniziative che aumentino le sue competenze in campo culturale (accesso all’informazione e al sapere, laboratori, incontri, dibattiti ed eventi pubblici) e la possibilità di elaborare la propria storia in relazione alla storia del territorio e degli individui che lo abitano, può sviluppare nuove risorse, una maggiore comprensione della realtà e una partecipazione più attiva alla vita di comunità.

I progetti sono finalizzati inoltre alla crescita delle comunità: devono creare occasioni di scambio e di partecipazione all’interno di comunità sempre più spesso caratterizzate dalla presenza di nuove forme d’insicurezza degli individui e dalla crescente frammentazione culturale e etnica, che sono all’origine di disagio ed esclusione, che interessano, anche transitoriamente, fasce della popolazione più ampie che in passato.

Queste condizioni ostacolano la nascita e lo sviluppo di relazioni sociali significative (in particolare quelle legate alla partecipazione alla vita collettiva, alla costruzione di forme di convivenza, di responsabilità e di risposta comune ai bisogni) che, al contrario, costituiscono una fondamentale rete di prevenzione.

In una società sempre più governata dalla conoscenza, l’esclusione non si connota solo in senso sociale, ma anche culturale e consiste nell’incapacità di alcuni soggetti o di interi gruppi sociali di accedere al sapere, all’informazione e, in generale, ai processi di fruizione e decodificazione del sistema culturale. Tale esclusione limita fortemente la possibilità delle persone di partecipare attivamente e in modo proficuo alla vita della comunità e preclude loro la possibilità di elaborare, esprimere e fare sedimentare una cultura autonoma e una propria visione del mondo, ponendo seri limiti alla crescita pluralistica della società.

Il coinvolgimento di ampie fasce della popolazione nei circuiti di fruizione e produzione culturale può contribuire all’accoglienza, al riconoscimento, al rispetto e alla valorizzazione reciproca di persone e gruppi diversi, e quindi alla creazione e allo sviluppo di una comunità più coesa in senso aperto e plurale.

L’Area gestisce e promuove la creazione di spazi culturali che possono includere varie tipologie di servizi come le biblioteche e i centri culturali, realizza eventi (spettacoli, incontri, concerti) e attività formative che sviluppino le competenze sociali e comunitarie e laboratoriali legate ai linguaggi artistici.

Altro obiettivo è quello di favorire la consapevolezza dei problemi sociali, ovvero di aumentare la comprensione del significato che alcune condizioni sociali hanno sugli individui. L'azione sociale ha lo scopo di accrescere la consapevolezza dei problemi tra coloro che ne sono afflitti e che possono trarre vantaggio dal cambiamento.

Ulteriore e importante obiettivo dell’Area è quello di creare o dare visibilità culturale a territori periferici e poco valorizzati.

 

Links ai Progetti Libra

Informagiovani Ravenna
Sito Web dell'Informagiovani di Ravenna
Informagiovani Informadonna Lido Adriano
Pagina web dell'Informagiovani Informadonna Lido Adriano
Centro Socio-educativo e di sviluppo di comunità "Q.B."
Sito Web del Centro "Q.B." (Quanto Basta)
Cisim Lido Adriano
Sito del Centro culturale CISIM a Lido Adriano
Servizio MUOVITI Mai Più Uomini Violenti
Sito Web di "Muoviti” servizio di trattamento psicologico rivolto ad uomini che agiscono violenza nelle relazioni affettive